Perché la droga

 

Il problema non è la droga ma l'uomo che ricorre ad essa per compensare un

vuoto interiore a cui non riesce a dare risposta. L'uso di sostanze stupefacenti è una falsa risposta per sperimentare benessere ed euforia in modo artificioso. Quando una persona non è in grado di socializzare e di avere rapporti di amicizia sinceri, quando non riesce a confrontarsi con semplicità per problemi caratteriali quali la timidezza o l'introversione, allora può essere un soggetto a rischio, alla ricerca dello sballo negli effetti indotti da sostanze stupefacenti o alcool. Quasi sempre si inizia con gli  spinelli, vale a dire hashish e marijuana, che in buona parte delle persone diventano  col tempo un concreto trampolino di lancio per sperimentare sostanze stupefacenti ancora più devastanti sia per la mente che per l'organismo. L'incapacità di vivere in armonia con se stessi e con gli altri, di sperimentare e riconoscere emozioni e sentimenti acquisendone la padronanza, chiude le persone in una profonda solitudine. Sentendosi inadeguate e piene di complessi, queste persone rimangono dipendenti da sostanze che cancellano temporaneamente i loro problemi e le loro difficoltà, senza che però tali problemi e difficoltà siano mai realmente affrontati.

 

LA NOSTRA PROPOSTA